Darien Levani al Salone del Libro di Torino con il nuovo romanzo Tavolo Numero 7 - Shqiptari i Italisë

Kulturë
Oggi, venerdì 10 maggio alle ore 20, alla Gelateria Popolare, in via Goffredo Mameli, 6, Torino, Anilda Ibrahimi presenta il nuovo libro di Darien Levani "Tavolo numero sette", Edizioni Spartaco. Il romanzo, in uscita il 30 maggio nelle librerie, è in anteprima al Salone del libro di Torino nello stand R 128 Padiglione 3

Dopo il fortunato esordio con il thriller Toringrad, che nel 2017 ha vinto il Premio Glauco Felici Tolfa gialli & noir, l’avvocato e scrittore albanese torna in libreria con un nuovo romanzo Tavolo Numero 7 (Edizioni Spartaco), che alterna gli schemi del  legal thriller  a quelli del giallo investigativo per dare corpo a una vicenda ricca di colpi di cena che si svolge attorno a un tavolo di un pranzo di nozze.

Tavolo numero 7

Durante un matrimonio sei sconosciuti si ritrovano a condividere lo stesso tavolo, il numero sette. Stefano, collega dello sposo, giovane brillante e disinvolto, è seduto vicino a un uomo distinto che tutti evitano e guardano con sospetto. Ben presto la conversazione si concentra sul duplice omicidio di una madre e della figlia incinta che ha destato scalpore e polemiche perché l’unico imputato, un agente di recupero crediti, è stato giudicato non colpevole. Piano piano e con sempre più livore gli invitati cominciano a esprimere il proprio parere sulla sentenza, manifestando opinioni e pretese di imparzialità, che si scontrano con il freddo e professionale distacco degli uomini di legge. L’arco narrativo dura una manciata di ore, scandite dai momenti salienti delle nozze, dalla celebrazione in chiesa fino al taglio della torta. Nel frattempo Stefano si aggira tra le sale e nel giardino della grande villa scelta per il ricevimento, con l’intento di utilizzare il pacchetto di preservativi che si è infilato in una tasca prima di uscire e, perché no?, di risolvere il mistero sul delitto delle due donne.
A metà strada tra giallo investigativo e legal thriller, con prevalenza o dell’uno o dell’altro genere che si compensano e completano a vicenda, Tavolo numero sette è un romanzo sulla giustizia sociale, sul mondo mediatico e sull’influenza che ha nella percezione generale degli eventi. Un piccola perla.

Darien Levani

Classe 1982, avvocato, vive e lavora a Ferrara. Già autore di romanzi premiati in Albania, sua terra di origine, in Italia ha ottenuto i Premi «Nuto Revelli» e «Pietro Conti». Nel 2017, con il romanzo Toringrad, ha vinto il Premio «Glauco Felici» Tolfa Gialli e Noir. È vicedirettore del giornale online Albania News. Nel 2019 è stato insignito dal governo albanese del titolo Ambasador i Kombit (Ambasciatore della Nazione) per i suoi meriti letterari. È del 2019 il romanzo a metà strada tra il legal thriller e il giallo investigativo Tavolo numero sette.

Anilda Ibrahimi

Nata a Valona, ha studiato letteratura a Tirana. Nel 1994, Anilda Ibrahimi ha lasciato l’Albania, trasferendosi prima in Svizzera e poi, dal 1997, in Italia. Il suo primo romanzo Rosso come una sposa è uscito presso Einaudi nel 2008 e ha vinto i premi Edoardo Kihlgren – Città di Milano, Corrado Alvaro, Città di Penne, Giuseppe Antonio Arena. Per Einaudi ha pubblicato anche il suo secondo romanzo L’amore e gli stracci del tempo (2009 e 2011, di cui sono stati opzionati i diritti cinematografici, premio Paralup della Fondazione Nuto Revelli). I suoi romanzi sono tradotti in sei Paesi. Nel 2012 ha pubblicato, sempre per Einaudi, Non c’è dolcezza e, nel 2017, Il tuo nome è una promessa.

(Ndiqni Shqiptariiitalise.com edhe në Facebook dhe Twitter)